Auguri per le festività di Franca Costantini della Comunità OSIMO 1 PDF Stampa E-mail
Augurando a tutte le Comunità delle Marche un sereno Natale e un felice anno nuovo,  invio alcune considerazioni che mi stanno particolarmente a cuore e che spero condividiate.

All'entrata del palazzo  dell'ONU a New York  sono affissi  in diverse lingue  questi versi di un poeta persiano del secolo XI  Saad di Shiraz:

Tutti i figli di Adamo formano un solo corpo,
sono della stessa essenza.
Quando il tempo affligge con il dolore
una parte del corpo
le altre parti soffrono.
Se tu non senti la pena degli altri
non meriti di essere chiamato uomo.

Un poeta inglese del XVI  secolo John Donne scrive 

...la morte di qualsiasi uomo mi sminuisce,
perché io sono parte dell'umanità.
E dunque non chiedere mai
per chi suona la campana:
essa suona per te.

Dalla lettera di Paolo ai Corinzi 12,12ss

Fratelli come il corpo pur essendo uno ha molte membra e tutte le membra, pur essendo molte, sono un solo corpo, così anche Cristo. E in realtà noi tutti siamo stati battezzati in un solo Spirito per formare un solo corpo, giudei o greci, schiavi o liberi, e tutti ci siamo abbeverati a un solo Spirito.

Il popolo di Dio è il creato intero, sulla terra siamo la stessa umanità, di colori diversi, di idee diverse ma tutti abbiamo uguale dignità. Se riuscissimo a capire questo non ci sarebbero più odio, né guerre, né povertà. Gesù ce lo dice ogni anno  nascendo!

 Ma c'è chi ascolta il pianto del bambino che morirà poi in croce fra due ladri? (S.Quasimodo)

 
Copyright © 2018 by ludona@libero.it