7.1.2019: Riscopriamo le nostre radici - Pesaro PDF Stampa E-mail
Scenetta

Ripresa delle attività al MASCI di Pesaro e serata dedicata allo scautismo giovanile.

Ha aperto le ostilità Alberto Guidelli con un excursus storico sulla nascita dello scautismo, dall’idea di B.P. al suo sviluppo nel mondo, in Italia e in particolare a Pesaro: date e personaggi in un tourbillon di avvenimenti atti a dimostrare la validità del metodo e i suoi tanti aspetti positivi.

Non sono mancati i riferimenti a Mario di Carpegna e a Padre Gianfranceschi, primo Presidente e primo A.E. dell’ASCI ed al periodo della soppressione a causa del regime fascista che mise in risalto l’opera delle Aquile Randagie di Ghetti e i Cercatori di Sentieri di Padre Agostino Ruggi d’Aragona.

E’ seguita la proiezione di uno storico documento dell’Asci che ha mostrato le fasi più significative di un campo scout anni ’50, commentato da Baden (alias AndreaGhetti) e alcuni cenni su lupettismo e roverismo, a cura di Foffi Corraducci.

L’uso dell’uniforme ed il significato dei distintivi che appaiono sulla camicia di un giovane esploratore sono stati illustrati da Paolo Magnoni.

Alberto, Foffi e Paolo hanno poi simulato un fuoco di bivacco accompagnato da canti (condivisi dai presenti), scenette e bans.

Per concludere Paolo ha coinvolto i presenti con un gioco di osservazione (Kim) e l’illustrazione di un percorso a base di tracce.

Molti degli iscritti presenti alla riunione, che non hanno vissuto direttamente lo scautismo giovanile, hanno apprezzato l’iniziativa che verrà ripresa, prossimamente, con la storia del MASCI.

 
Copyright © 2019 by ludona@libero.it